Sei uno Psicologo?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca lo Psicologo
Dr.ssa Vilma Isardi
Dr.ssa Vilma Isardi

Viale Mazzini, 50 - FIRENZE (Firenze)

Cel: 328 8843204

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dott. Luigi Cabua
Dott. Luigi Cabua

Corso Mazzini, 25 - 60121 ANCONA (Ancona)

Cel: 340 6719879

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr.ssa Francesca Zoppi
Dr.ssa Francesca Zoppi

Via Astura, 2 - ROMA (Roma)

Cel: 0692929725

La depressione è legata ad uno stato di forte abbassamento del tono umorale, a causa del quale il soggetto perde interesse verso gli stimoli del mondo esterno, chiudendosi sempre di più in se stesso. Questo disturbo va affrontato insieme ad un terapeuta preperato affinchè il percorso si presenti più agevole.

Tag: Psicologo Roma

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Stress e depressione, attenti all'insonnia

Stress e depressione, attenti all'insonnia

Non sottovalutare l'insonnia. Una buona qualità del sonno favorisce e mantiene l'equilibrio psicofisico. Se le notti passate in bianco sono sporadiche non c'è di che preoccuparsi, ma è necessario correre ai ripari se l'insonnia perdura giorni o anche mesi. Non dormire pesa su fisico e mente, creando scompensi come irritabilità, stanchezza diffusa e difficoltà di concentrazione.

Sintomi che non permettono di svolgere con la dovuta dose di energia le attività quotidiane in casa come fuori, sul lavoro e nelle ore di studio. A lungo andare, dormire poco e male può portare allo stress e ai conseguenti problemi di ansia e depressione.

Un’ altra problematica legata all'insonnia è l'insorgere di malattie a carico del sistema cardiovascolare. Se la mancanza di sonno diventa cronica, infatti, può aumentare in concomitanza alle apnee notturne il rischio di ipertensione, aritmie e aterosclerosi.

La medicina ha constatato che non dormire per lunghi periodi influisce anche sulla metabolizzazione degli zuccheri, un fenomeno che può predisporre al diabete mellito di tipo due. Inoltre, un'insonnia persistente influisce sull'ipotalamo, struttura del sistema nervoso centrale che regola funzioni come il sonno, la fame e la sazietà. Con l'insonnia sono alterati questi centri nervosi, il rischio è di favorire sovrappeso e obesità.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK